img_big
Sport

Volandri e il tabù dello Sporting

È destino che a Torino Filippo Volandri debba sem­pre un po’ soffrire. Allo “Sporting Challenger-Trofeo Regione Piemonte” è arriva­to in semifinale soltanto nel 2007. Nella scorsa stagione si infortunò alla caviglia in allenamento e questa volta a farlo sospirare è uno stira­mento al retto addominale.2010 DA APPLAUSI«L’ho avvertito – ricorda il 28enne livornese – al torneo di Lugano e a Milano non avrei dovuto andare in cam­po. A Reggio Emilia mi si è riacutizzato e ora mi sto sot­toponendo a fisioterapia. Domani ( oggi, ndr) farò un’ecografia di controllo, ma sono ottimista. Tengo du­ro e chissà che prima o poi non riesca a vincere qui allo Sporting». Il suo 2010 è stato comunque positivo, con l’acuto del terzo turno rag­giunto al Foro Italico. «La sconfitta per 7-6 al terzo set contro Gulbis – spiega Volan­dri – è stata un peccato. Non posso però dimenticare che a gennaio ero oltre il 200° posto e ora sono a ridosso dei primi cento. Ho recuperato perché avevo ancora molti stimoli. A Roma mi sono an­che aggiudicato il Rai Chal­lenger e la Due Ponti Cup».DERBY CON CIPOLLAL’ex n. 25 al mondo è tornato nella squadra di Coppa Da­vis: «Corrado Barazzutti si è accorto che in Sudamerica stavo giocando bene e mi ha convocato contro la Bielo­russia, anche se poi sono sta­to impiegato solo a punteg­gio acquisito. A settembre proveremo a risalire in serie A. In trasferta e su una super­ficie veloce, però, la Svezia di Soderling sarà un avver­sario impegnativo » . Nella nona edizione dello Spor­ting Challenger (ingresso li­bero) Volandri affronterà do­mani la wild card Flavio Ci­polla, che alzò la coppa in corso Agnelli nel 2006: «Quest’anno l’ho battuto a Buenos Aires per 6-4 al ter­zo. Non sta attraversando un grande momento, ma la scor­sa settimana contro Koelle­rer a Reggio Emilia ha dispu­tato un bel match».STARACE NUMBER ONEOggi si parte alle 12,30. Tra i sei match di giornata c’è quello tra il russo Teimuraz Gabashvili, testa di serie n. 4, e il portoghese Rui Macha­do. Potito Starace, n. 58 Atp e primo del seeding, esordi­rà intorno alle 18 contro il brasiliano Julio Silva, men­tre all’altro capo del tabello- ne Andreas Seppi (69) se la vedrà domani con il qualifi­cato Alberto Brizzi. Sempre domani il secondo derby az­zurro opporrà Simone Bolel­li a Thomas Fabbiano e Pao­lo Lorenzi e Alessio Di Mau­ro sfideranno il cileno Paul Capdeville e il ceco Jiri Va­nek, semifinalista nel 2009. In forma è annunciato l’ar ­gentino Carlos Berlocq, che si è appena imposto a Reggio Emilia e cercherà il tris dopo i centri del 2005 e 2007. Suo primo ostacolo sarà lo slo­vacco Martin Klizan.Roberto Levi

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Sportegolando
LA RUBRICA
Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo