img_big
News

Bancarotta, ancora guai per Corona e Mora

Che i conti della Corona’s e della LM management, rispettivamente le società di Fabrizio Corona e Lele Mora, fossero in rosso, lo si sapeva già. Tant’è che sia l’agenzia fotografica che quella di spettacolo nei mesi scorsi aveva­no presentato i libri in Tribunale per il fallimento. E fin da subito era emerso che nel mare magnum di fatture e conti delle due azien­de, entrambe con la sede in viale Monza a pochi metri l’una dall’altra, qualche irrego­larità c’era. Ma che le irregolarità am­montassero in realtà a sva­riati milioni di euro nes­suno poteva immaginar­lo. Tantomeno che die­tro al fallimento della “Corona’s” ci fosse un « disegno crimino­so », per dirla con le parole dei procura­tori Eugenio Fusco e Massimiliano Carducci, che pro­prio ieri hanno noti­ficato la chiusura in­dagini a ben otto per­sone, tra cui anche il fotografo dei vip e l’agente delle star. Un’inchiesta, condotta dalla Polizia Tributaria della Guardia di Finan­za, nata indagando sui fo­toricatti di “Vallettopoli”, costati a Corona una con­danna a 3 anni e 8 mesi.L’articolo diFederica Mantovani su CronacaQui in edicola in Lombardia il 30 luglio 2010

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo
banners