img_big
Cronaca

Due alpinisti torinesi morti sul Monte Rosa: “Li ho visti precipitare nell’abisso”

Doveva essere un fine settimana di festa. Due giorni su una delle montagne più belle d’Europa per celebrare il compleanno di uno di loro, Filippo Vaccino, che ha compiuto 35 anni proprio domenica scorsa. Ma tutto è finito in tragedia il giorno dopo, lunedì, quando l’en­nesimo incidente in alta quota ha tolto la vita proprio a Filippo e al suo amico più caro, Carlo Leone, 45 anni. Sono due torinesi le ultime vitti­me del Monte Rosa. Due alpinisti esperti, entrambi iscritti al Cai e con un gran numero di scalate alle spalle, anche di livello impe­gnativo. Proprio come quella che avevano deciso di affrontare lo scorso weekend: l’affilata cresta tra il Lyskamm occidentale e quello orientale è una delle gran­di classiche dell’alpinismo su ghiaccio nelle Alpi, di difficoltà elevata ma ritenuta da tutti gli esperti una delle più belle in assoluto per i panorami mozzafiato che sa regalare. Con loro c’erano anche la fidanzata di Carlo, Ivana Chiavero, 42 anni, e una guida. Domenica sera avevano festeggiato il compleanno di Filippo al rifugio Gnifetti, con un brindisi, tante risate e una spettacola­re vista da 3.700 metri di quota.L’articolo completo di Claudio Neve e altri dettagli su CronacaQui in edicola in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta il 21 luglio 2010

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo