img_big
News
L’area verde è stata realizzata con fondi europei ma il Comune non riesce a gestirla

Erba alta, vandali e abbandono nel parco costato 300mila euro

Beinasco Un parco realizzato con 318mila euro di fondi europei perché rientrante nel progetto di Corona Verde, «ma che oggi – spiega il consigliere di Forza Italia, Daniel Cannati – è preda dell’abbandono».

L’area verde in questione è quella in via Verdi: per realizzarla, in passato, erano stati espropriati alcuni orti preesistenti. Giorni fa, con l’erba talmente alta che in alcuni punti ha superato anche alcune ringhiere, il consigliere di opposizione ha nuovamente alzato l’attenzione sul problema. E qualche tempo fa aveva anche presentato un’interroga zione: «Successivamente – spiega adesso –, il Comune era intervenuto. Ma ora l’area è di nuovo lasciata a sé, come se fosse una zona di serie B. Eppure è costata parecchio».

Le segnalazioni al consigliere di opposizione sono arrivate direttamente da alcuni cittadini che abitano nelle vicinanze: «Sono anni che denunciamo le pessime condizioni del parco, ma la situazione è sempre la stessa. Gli arredi sono stati quasi completamente rimossi e l’ultimo taglio erba risale allo scorso autunno in occasione della corsa campestre. Chiediamo maggiori attenzioni. La scorsa volta, quando presentammo l’i nterrogazione, spiegammo che la situazione all’interno del parco è problematica anche per altre situazioni. L’erba addirittura superava le panchine in altezza. Senza contare gli atti di vandalismo».

Il parco in questione è un’area di oltre 21mila metri quadri e provvedere alla manutenzione non è semplice. L’amministrazione aveva già a suo tempo spiegato che «non si può dire che sia una zona completamente abbandonata. È vero che però è un’area marginale, molto ampia e quindi per provvedere al taglio d’erba completo, devono essere impiegate molte risorse».

Ora, a fronte delle nuove segnalazioni di degrado, l’assessore Alfredo De Luca replica: «Il tempo cambia di continuo e piove spesso. Questo ci impedisce di effettuare tagli dell’erba con regolarità. Appena le condizioni ci saranno interverremo anche sul parco i questione».

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo