img
News
Una carovana di nomadi prende il controllo dei giardini

Dopo i pusher tocca ai rom: camper lasciati dappertutto

I camper parcheggiati davanti alla circoscrizione Sette o nei pressi delle fermate del bus, i prati trasformati in un luna park o nel luogo ideale per un comodo pic-nic. Weekend di follia ai giardini dedicati a Madre Teresa di Calcutta. Sul lato di corso Vercelli alcune famiglie di nomadi hanno preso possesso di strade, marciapiedi e aiuole. Creando il panico e mandando su tutte le furie i residenti, di certo non al corrente del loro arrivo. L’ennesi ma piaga abbattutasi su quel polmone verde che doveva essere il fiore all’occhiello del quartiere e che, invece, continua ad essere calamita per disperati. Oltre ai soliti spacciatori, che ogni giorno attendono i clienti dietro qualche anfratto, negli ultimi tempi hanno cominciato a mettere le tende al “Madre Teresa” anche i clochard romeni sgomberati dal portico di corso Emilia. E come ciliegina sulla torta, nel fine settimana, sono arrivati anche decine di nomadi con tanto di camper. «Ci siamo affacciati dalle finestre e abbiamo visto tante persone spiega Rolando Trevisan, portavoce del gruppo di cittadini “Quadrilatero Aurora” -. Purtroppo, però, nessuna traccia di controlli, questa la cosa che più ci ha lasciato increduli. Eppure quelle roulotte davanti al marciapiede si trovavano in sosta vietata».

I rom hanno preso d’assalto il giardino mentre i bambini, a torso nudo, hanno passato la giornata a chiedere insistentemente l’elemosina ai passanti. O a giocare con i nuovi cancelli. Molti gli anziani, seccati, che hanno avuto da ridire con i rom che hanno anche pensato bene di trasformare i prati in una discarica di avanzi di cibo. «Hanno lasciato tutto sporco quando se ne sono andati – rincarano altri residenti di zona -. Chiederemo spiegazioni di questo alle istituzioni. Il giardino non è tutelato, oltre agli spacciatori e ai barboni cosa dobbiamo ancora sopportare?».

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo