img_big
News
Assalto nella notte. Danni e furti nel locale ubicato a pochi passi da piazza Castello

Torino, frase sull’Heysel scatena il raid: ultras juventini devastano vineria tifosi del Toro

Una sessantina di tifosi della Juventus ha preso d’assalto, la scorsa notte, una vineria del centro di Torino i cui proprietari sono noti supporters del Torino. Gli ultras, secondo quanto accertato dalle forze dell’ordine, sono scesi da due bus. Poi sono entrati nel locale ubicato in via Mercanti, a un tiro di schioppo da piazza Castello e hanno danneggiato arredi e fatto razzia di prodotti, dopodiché sono fuggiti via, portandosi dietro anche alcuni oggetti personali lasciati incustoditi sui tavolini dai clienti spaventati. Sull’accaduto indaga la polizia. Gli agenti hanno già sequestrato le telecamere di zona e quelle posizionate all’interno del locale nella speranza di riuscire a individuare i responsabili del folle raid. 

RAID SCATENATO DA FRASE SU HEYSEL 

A quanto pare sarebbe stato uno screzio con un tifoso del Torino, cliente del locale, a innescare il raid. E’ quanto emerso dalle prime indagini condotte dalla polizia. Il gruppo di juventini, secondo quanto si apprende, aveva appena finito di partecipare alla commemorazione delle vittime dello stadio Heysel di Bruxelles, 31 anni fa. Quando i tifosi juventini sono passati davanti al locale, il supporter granata avrebbe fatto qualche commento offensivo e sarebbe scattata la violentissima reazione. Il titolare della vineria, anche lui di fede granata, da anni non fa più parte del tifo organizzato anche se non è escluso che gli ultrà bianconeri lo abbiano riconosciuto, benché sia stato del tutto estraneo alla discussione. Nel corso del parapiglia un tifoso granata è rimasto ferito in modo lieve, ma ha rifiutato le cure del 118.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo