img_big
News
Anpi, Cgil e Arci contro l’Msi. La candidata sindaco si dissocia

Carmagnola, sul manifesto elettorale spunta la scritta con il motto delle SS

Nel manifesto elettorale del Msi, lista che sostiene la candidata sindaco del centrodestra nel comune di Carmagnola, grosso comune della provincia di Torino , c’è “la frase ‘Il mio onore si chiama fedeltà“, motto delle SS. Lo fanno notare Anpi Piemonte, Cgil e Arci di Torino, che esprimono “la propria profonda condanna per la frase che si richiama al nazismo, un atto sconcertante”. Ma la candidata sindaco, Ivana Gaveglio, e le altre liste che la sostengono, “si dissociano in modo netto da qualsiasi frase, motto o idea che possano collegarsi in qualsiasi modo, anche lontanamente, ad ideologie antidemocratiche e totalitarie”. Anpi, Cgil e Arci chiedono la “massima vigilanza e una ferma risposta da parte di tutti coloro che si riconoscono nei valori antifascisti espressi dalla nostra Carta Costituzionale.”. “Se – affermano Ezio Montalenti, coordinatore Anpi del Piemonte, Enrica Valfrè, segretaria generale Cgil e Andrea Polacchi, presidente Arci Torino – tale scritta è stata usata senza conoscerne l’origine ciò dimostra una preoccupante ignoranza della storia da parte di chi si candida a ricoprire una responsabilità pubblica. Se invece il richiamo è intenzionale, siamo di fronte a un vero e proprio crimine nei confronti dei valori su cui si fonda la nostra Repubblica“. 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo