img
News
Gli insetti si sono ancora una volta posati su una bicicletta

Le api sciamano per il centro. E’ il terzo caso in pochi giorni

Ennesimo caso di api che sciamano in città. Questa volta gli operosi insetti hanno invaso la postazione Tobike di piazza Paleocapa, a pochi passi dalla stazione di Porta Nuova. In tantissime si sono posate ieri mattina sulle bici gialle, creando uno spettacolo curioso e preoccupante allo stesso tempo. «Di prima mattina la piazza era invasa – ha spiegato Luisa, una residente -, poi verso le 11 hanno iniziato a posarsi sulle biciclette. Abbiamo così chiamato i vigili che hanno isolato l’area con il classico nastro rosso e bianco. Dopo un paio d’ore è intervenuto un apicoltore».

Questo è il terzo caso in una manciata di giorni in città. Domenica 22 circa 40mila api si sono posate su un muro di via Pianfei, all’angolo con via Ascoli: i passanti hanno chiamato le forze dell’ordine e poco dopo è intervenuto un esperto. Il 15 maggio, invece, uno sciame aveva fatto notizia in piazza Vittorio: anche in questo caso si era posato su una bicicletta legata ad un palo nei pressi di via Po. Qui gli apicoltori, dopo aver camuffato il manubrio della due ruote facendolo assomigliare al volto di un toro, hanno attirato le api dentro un’arnia, dopo aver catturato dell’ape regina.

Un comportamento che può apparire strano ai più, oltre che inquietante, ma invece perfettamente normale: «Siamo nel pieno periodo di sciamatura – ha spiegato Alfredo Masuero, esperto apicoltore -, il modo in cui le api si riproducono. La nuova colonia si forma infatti quando la vecchia regina abbandona l’alveare per lasciare posto a quella nuova. Così metà della sua famiglia la segue, in cerca di un nuovo posto dove vivere. Questi sciami sono dovuti al fatto che moltissimi, ormai, si stanno dedicando all’apicoltura in città, ma per contenere lo sciame e riporlo in una nuova cella bisogna essere esperti e non improvvisati». Ed è stato proprio un esperto, ieri, ad aiutare le api disperse.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo
banners