img_big
News

CAOS IN CARCERE. Ivrea, detenuto tenta di strangolare agente. Evacuato il settore isolamento per un incendio

Caos nel carcere di Ivrea. Ieri un detenuto colombiano di 24 anni, dietro le sbarre per tentato omicidio, rapina, lesioni e altri reati, ha tentato di strangolare un agente di polizia penitenziaria che stava eseguendo una attività di perquisizione. Una violenta aggressione in seguito alla quale l’agente è stato trasportato al Pronto Soccorso dell’Ospedale Eporediese.

Ieri sera, invece, un detenuto italiano di 37 anni ristretto ha incendiato metà materasso gettandolo in mezzo al corridoio costringendo il personale di servizio a evacuare la sezione isolamento e mettere in salvo gli altri detenuti occupanti il reparto facendoli confluire nel cortile passeggio.

A denunciare gli episodi è il Segretario Generale dell’O.S.A.P.P. (Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria) Leo Beneduci il quale afferma che si tratta degli ennesimi episodi occorsi nelle carceri italiane a dimostrazione del fatto che è sempre e solo la Polizia Penitenziaria a pagare, anche a prezzo della propria incolumità personale, le conseguenze dei disservizi e della disorganizzazione che connotano l’organizzazione degli istituti di pena italiani, soprattutto in un momento in cui è lasciata ai detenuti, anche di notevole pericolosità, la massima libertà di movimento nelle sezioni detentive. 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo