img_big
News
Salvati da un passante, gara di solidarietà su Facebook per non lasciarli soli

Due cuccioli di gatto appena nati gettati nei bidoni dell’immondizia

Orbassano Due gattini appena nati, un maschio e una femmina, sono stati gettati nei bidoni della spazzatura nella zona di via Riesi, pochi giorni fa. Buttati via come rifiuti ingombranti. Fortunatamente sono stati salvati da un passante, che ha sentito i lamenti arrivare dai cassonetti. Li ha presi e portati a casa, salvandoli da morte certa. Ora sono stati dati in affidamento provvisorio ad una conoscente della famiglia che li ha accuditi in queste ore.

Scoprire il colpevole è pressochè impossibile. In zona non ci sono telecamere e di testimoni nemmeno l’ombra. Nel frattempo su Internet, specialmente su Facebook, si è scatenata una gara di solidarietà e ci sarebbero già almeno quattro persone pronte a prendersene cura. Chi li ha trovati però vuole essere sicuro che i prossimi padroni abbiano tutte le carte in regola per tenerli. Per evitare che possano passare altri momenti terribili come quelli appena superati. «I gattini sono stati a casa nostra per una notte – spiega Stefania, la donna che li ha accuditi -, hanno smangiucchiato sotto la super visione dei miei figli (è stato uno di loro a trovarli) e della mia cagnolina Nanà, che si sentiva tanto mamma. Ha guardato ogni loro passo e li leccava per tenerli puliti. Li abbiamo portati dal veterinario, non potevamo proprio tenerli. Ora, per un piccolo periodo, sono a casa di una gentilissima signora che è in contatto con il medico».

E anche da Strambino arriva, purtroppo, un storia simile. Cinque gattini, appena messi al mondo, sono stati strappati alla mamma e buttati nel cassone dell’umido, in corso Duca degli Abruzzi. Chi ha commesso il tutto ha pensato anche di coprirli con due giacche per non farli vedere. Forse voleva che morissero in fretta. I gattini sono invece stati salvati e l’autore dell’ignobile gesto potrebbe essere riconosciuto grazie alle immagini delle telecamere della zona. La segnalazione è già giunta sulle scrivanie di polizia municipale e carabinieri.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

News
Vinci TorinoCronaca 2023
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo