img_big
Cronaca

Un giovane su tre non lavora. Perchè? (Dite la vostra)

Il tasso di disoccupazione giovanile (15-24 anni) a maggio è salito al 29,2% dal 29,1% di aprile (dato rivisto). Lo comunica l’Istat sulla base della stima provvisoria e dei dati destagionalizzati. Si tratta del dato più elevato dall’inizio delle serie storiche, ovvero dal 2004. Ma cosa c’è dietro i dati? Crisi del mercato del lavoro? Poca volontà di adattarsi da parte dei giovani? Responsabilità della politica o delle famiglie? Dite la vostra lasciando un commento qui sotto.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo