img_big
News

GIALLO IRRISOLTO. Logopedista di Torino sparita nel nulla vent’anni fa: dov’è oggi Marina?

La sera dell’8 maggio 1996 a Torino piove e fa freddo. Il termometro in città segna poco più di dieci gradi e la primavera gioca ancora a nascondino con l’inverno che non vuole andarsene. Marina ha fretta, ha un appuntamento galante e non vuole arrivare in ritardo. Si è fatta bella, prima di uscire. Indossa le scarpe nere e basse appena acquistate e le calze autoreggenti comprate in via Madama Cristina. E il giorno prima era stata anche dal parrucchiere per rifarsi il colore. 

Marina lascia il proprio appartamento in via Della Rocca, sale a bordo della Y10 amaranto parcheggiata sotto casa e corre in direzione di quell’uomo conosciuto appena un mese prima. Ma da questo momento in avanti, di lei si perdono le tracce. Marina scompare, sparisce nel nulla. La sua auto viene ritrovata il giorno successivo nei pressi dell’ospedale Mauriziano, è regolarmente parcheggiata nelle strisce bianche e ha il bloccasterzo inserito. Ma della donna non c’è traccia. E di tracce non ce ne saranno per venti lunghissimi anni.

Otto maggio 1996, 8 maggio 2016. Sono trascorsi vent’anni da quella sera maledetta. Vent’anni senza Marina Di Modica, vent’anni avvolti nel mistero. Che fine ha fatto Marina, che fine ha fatto la logopedista quasi quarantenne che amava la vita e aveva mille progetti per il futuro? 

CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI   

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo