img_big
Sport
La 99esima edizione della Corsa Rosa scatta oggi dai Paesi Bassi. L’arrivo sotto la Mole il 29 maggio

Dall’Olanda a Torino: al via il Giro d’Italia

Dalle strade olandesi di Apeldoorn al Parco del Valentino, ultimo traguardo il 29 maggio prossimo. Il Giro d’Italia numero 99 che scatta oggi con una breve crono individuale si annuncia come il più incerto degli ultimi anni, nonostante ci sia un chiaro favorito e porta un nome e cognome italiano. Se Vincenzo Nibali fosse quello del 2013, quando trionfò nella “Corsa rosa” o dell’anno successivo sulle strade del Tour de France non ci sarebbero grossi dubbi. Ma quello che scatterà oggi è un capitano Astana con mille incognite e una condizione affatto ottimale anche se è destinata a crescere: «Mi sono preparato al meglio, anche in altura e i test dicono che la forma sta arrivando. Il Giro mi mancava, mi mancava il calore di questa gente e ora voglio ripagare sulla strada tanto affetto anche se so che non sarà facile. Mikel Landa lo conosce bene ed è il giovane che è migliorato di più, Valverde ha esperienza e classe dalla sua, Tom Dumoulin ed Esteban Chaves possono essere due conferme e Zakharin una bella sorpresa. Il percorso si presta a interpretazioni diverse ed è tosto, ma credo che si deciderà tutto l’ultima settimana».

I rivali sono soprattutto la coppia spagnola Landa ( oggi al Team Sky ma cresciuto al suo fianco) e Valverde che lo scorso anno è finito sul podio del Tour, ma anche l’eterno Rigoberto Uran (Cannondale), il polacco Rafal Majka (Tinkoff), Dumoulin (Giant-Alpecin) che già la prima settimana potrebbe essere in rosa, Chaves ( Orica GreenEdge) che in montagna scatena la sua potenza, ma anche Domenico Pozzovivo (Ag2r La Mondiale) Tre tappe in Olanda, domani e domenica adatte ai velocisti, poi lunedì il volo verso la Calabria e la lenta risalita. Primo traguardo in quota a Roccaraso, poi primo esame vero con la crono del Chianti (40,4 km) in attesa dei tapponi alpini: il 21 maggio la Alpago-Corvara piena di Dolomiti, il giorno successivo la breve cronoscalata Castelrotto-Alpe di Siusi e poi il gran finale con arrivo a Pinerolo il 26, la Pinerolo- Risoul il 27, la Guillestre-Sant’Anna di Vinadio il 28 e la Cuneo-Torino l’ultimo giorno.

Oggi il primo al via sarà Fabio Sabatini alle 13.45 mentre Nibali scatta alle 16.56 e Cancellara, grande favorito anche se ha la febbre, alle 17.01.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo