img_big
News
Tempi d’attesa eterni anche per oculistica e ortopedia al poliambulatorio dell’Asl

Anziana prenota una visita per il diabete. «Ci dispiace, torni a novembre del 2017»

 Una donna di 80 anni va a fissare una visita diabetologica “programmatica” (ossia non urgente) al poliambulatorio dell’Asl di via Debouchè e si sente rispondere che la prima data disponibile è il 9 novembre 2017. Ossia tra un anno e mezzo. Non va molto meglio con l’oculistica che sempre per lo stesso tipo di visite si deve aspettare aprile 2017. Un anno. Ortopedia è l’altra grave problematica della struttura cittadina: sette mesi per ottenere una visita programmatica. Ed è da questi dati che è partita la raccolta firme della lista civica ” Nichelino Domani” che appoggia, assieme al Pd, il candidato sindaco Franco Fattori.

La petizione è stata lanciata «per chiedere alla direzione dell’Asl To5 e all’assessore regionale alla Sanità, che Nichelino ritorni ad avere un servizio adeguato alle esigenze dei cittadini». Sono state già raccolte un centinaio di firme. In effetti è da tempo che la situazione sanitaria nichelinese è al centro di varie proteste. Lo stesso ex sindaco Angelino Riggio aveva lanciato strali all’indirizzo dell’Asl per come veniva (poco) utilizzato il poliambulatorio.

Ma i problemi sono tanti. Come per il reparto di ortopedia, che ha visto il numero dei medici ridursi da tre a due, a causa di una dimissione, e inevitabilmente i tempi si sono allungati. «Abbiamo avviato questa raccolta firme – spiega Fattori -, perchè la nostra città ha diritto ad avere i servizi sanitari che servono. Non si può pensare che anziani, magari over 70 o 80, debbano appoggiarsi per una semplice visita a strutture di altre città, pur essendo all’interno della stessa Asl. Al poliambulatorio mancano servizi come l’otorinolaringoiatria, la chirurgia vascolare e la gastroscopia. E poi la riduzione dei medici. Oltre agli ortopedici sono diminuiti anche i pediatri. Due sono andati in pensione e l’Asl, anziché sostituirli, ha pensato che potessero bastare due medici infantili di Vinovo che per due volte a settimana vengono a Nichelino. Così non va».

L’Asl To5 replica: « Per quanto concerne la diabetologia, la paziente sicuramenteavrà richiesto una visita di routine. Se fosse urgente, il medico curante lo avrebbe segnato sulla ricetta ed entro 30 giorni la visita viene svolta a Chieri. Sull’ortopedia è vero che esiste il problema, ma a maggio ci sarà la scelta di un nuovo ortopedico che andrà a sostituire il dimissionario. Ci preme comunque segnalare che tutti i tempi di attesa sono in linea con i criteri regionali ».

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo