Grande Torino giornale
Sport
IL FATTO

Il 4 maggio del Toro: ecco tutte le ipotesi

Tra una settimana l’omaggio agli Invincibili

Firmato il nuovo decreto, ora per il mondo Toro sorge una domanda: cosa ne sarà del 4 maggio? È a questo che stanno cercando di dare risposte dalle parti di via Arcivescovado, dove i dirigenti granata sono al lavoro per trovare delle soluzioni alternative. Proprio lunedì coinciderà con la cosiddetta “Fase 2”, anche se per la commemorazione di Superga cambierà ben poco: sarà impossibile ritrovarsi come tutti gli anni sotto la lapide per il ricordo del Grande Torino, è necessario studiare altre iniziative.

Quella dei tifosi, intanto, procede spedita, anche e soprattutto con il benestare di tante vecchie glorie. «Torino è bella quando è granata. È giusto onorare gli Invincibili anche se non potremo salire sul Colle, ma potremo farlo dalle nostre case» l’appello social dell’ex portiere Jimmy Fontana, da sempre grande tifoso del Toro. E sarà così: un 4 maggio dai balconi, rigorosamente colorati dal granata di sciarpe e bandiere, con tanto della celebre “Quel giorno di pioggia” dei Senso Unico a risuonare alle 17, orario in cui il volo che doveva riportare a casa Valentino Mazzola e compagni si schiantò contro il colle.

MESSA IN STREAMING

Don Robella, intanto, pensa a come entrare nelle case dei tifosi per celebrare messa. «Sarà un 4 maggio diverso, ma state tranquilli che studieremo qualcosa» aveva dichiarato qualche settimana fa il padre spirituale granata. Certamente la basilica di Superga resterà chiusa ai fedeli, ma in qualche modo i tifosi del Toro sentiranno la sua voce. Al vaglio la possibilità di celebrare messa in streaming: molto difficile che possa avvenire dal colle, dal momento che lassù ci sono gravi problemi di segnale che impedirebbero le trasmissioni, mentre c’è l’ipotesi Filadelfia.

Una commemorazione dal quartier generale granata, dove dal campo si scorge proprio Superga. Una celebrazione alla quale, però, rischia di dover rinunciare il presidente Cairo: il patron granata è a Milano, ovviamente anche per lui valgono le regole per tutti i cittadini sugli spostamenti da regione a regione, non consentiti se non per motivi validi. E si studia anche a come far leggere i nomi degli Invinicibili da parte di capitan Belotti, praticamente impossibile che sia davanti alla lapide.

I PICCOLI DISEGNANO

Intanto, i piccoli tifosi sono già entrati in clima. Da giorni, ormai, prosegue l’iniziativa del club: “Disegnaci il 4 maggio” è l’invito rivolto a bimbi e bimbe, con tante “opere” che stanno arrivando e sono state subito postate sugli account social ufficiali. Ai tre che riceveranno più “mi piace” è stato promesso un premio speciale.

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo