img_big
Sport

La promessa di Berlusconi: “Il Milan tornerà vincente presto”

Berlusconi torna alla carica e spinge il suo Milan verso nuovi trofei da vincere. Non scade l’ottimismo del Premier che concede un’intervista al settimanale “Oggi” in edi­cola da questa mattina. Il Presidente del Consiglio si è soffermato maggiormente sulle continue voci che vorrebbero una ces­sione del Milan. Si è parlato prima degli sceicchi arabi, poi della Gazprom russa e, infine, di Squinzi della Mapei, nonché pre­sidente del Sassuolo. «Intanto bisognereb­be capire se ci sarebbe qualcuno, vero ap­passionato del Milan, disposto a investire più di quei 50 milioni di euro l’anno che ci mette la mia famiglia – spiega Silvio Berlu­sconi, smentendo dunque qualsiasi tipo di possibilità di vendita -. Il Milan è la squadra che ha vinto più trofei al mondo, più del mitico Real Madrid di Bernabeu, al quale è stato dedicato addirittura uno stadio. E io, grazie al Milan, sono il presidente che ha vinto di più nella storia del calcio. Il secondo è proprio Bernabeu che ha vinto meno della metà dei miei trofei». Un discorso che torna di moda, proprio nel momento in cui a vincere, però, è qualcun altro. I tifosi si aspettano una campagna acquisti degna del club più titolato al mon­do e non un mercato esangue. Ma questo, per ora, a Berlusconi non interessa. L’im­portante è che la gente rossonera si convin­ca che il Milan tornerà a vincere, seguendo un preciso aforisma legato ai cicli storici. «Il filosofo Vico diceva che nella storia ci sono corsi e ricorsi. Penso che valga anche per la storia del calcio. Il Milan tornerà grandissi­mo e vincente, e lo farà molto presto».[ga.bru .]

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo