img_big
Sport
La Juve va a Firenze

Allegri è un ” martello”. Tiene tutti sulla corda verso l’ultimo ostacolo

L’ultimo grande ostacolo sul sentiero che porta allo scudetto è in arrivo. Si chiama Fiorentina e non è un avversario qualunque, vista la rivalità tra le due squadre, le due tifoserie, le due società. Insomma bianconeri e viola non si sono mai presi, e se da una parte alla Juve manca ormai poco alla vittoria del titolo numero 34, e anche un pareggio tutto sommato potrebbe andare bene, a Firenze con la squadra quinta in classifica e al ribasso rispetto a qualche mese fa, vogliono fare lo sgambetto alla Vecchia Signora. È la classica partita che vale una stagione. Certo per Buffon e compagni vincere al “Franchi” domenica sera in posticipo (ore 20,45), significherebbe mettere ulteriore pressione ad un Napoli che solo lunedì pomeriggio giocherà all’Ol im pi co contro la Roma.

ALLEGRI MARTELLA

I nove punti di vantaggio rappresentano una certa garanzia sul futuro, soprattutto in caso di imbarcata a Firenze, ma mai scherzare con un obiettivo così vicino, ma ancora non conquistato. Per questo Massimiliano Allegri non molla di un centimetro la pressione sui suoi ragazzi, perché li vuole ancora cannibali, su un campo molto difficile. Martella il tecnico perché non intende accettare cali di concentrazione e dispendio inutile di energie in questo finale di campionato, anche per poter preparare al meglio la finale di Coppa Italia del 21 maggio. Il clima semi-festoso che si respira attorno alla Juventus non piace ad Allegri, che anche quando commenta l’epica rimonta con fuga dei suoi, non fa che usare il pallottoliere e snocciolare i numeri che mancano al traguardo. Per ora tiene tutti sulla corda e continuerà a farlo finché la matematica non gli darà ragione.

INVASIONE

E anche se il titolo non potrà arrivare domenica sera, bisognerà comunque attendere il risultato del Napoli del giorno successivo, saranno circa 2.500 i tifosi bianconeri attesi allo stadio Franchi. Il settore degli spalti dedicato agli ospiti sarà tutto esaurito e colorato di bianconero, con i supporters che arriveranno da tutta Italia. Molti saranno anche quelli, residenti in Toscana, disseminati negli altri settori dello stadio. Una carica che servirà alla Juve, visto che la trasferta è di quelle delicate, infatti nei 77 precedenti con i viola in casa si registra una tendenza favorevole alla squadra attualmente allenata da Paulo Sousa, che ha infatti vinto in 26 occasioni. Trenta i pareggi e 21 i successi juventini. L’ultimo successo della Fiorentina è del 20 ottobre 2013, quando i viola si imposero per 4-2. L’anno scorso una sfida nervosa terminò a reti inviolate per 0-0, mentre l’ultima vittoria dei torinesi è datata 17 marzo 2012 per 0-5.

Roberto Monteriso

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo