Politica
Via alla discussione sul testo unificato

GIOCO D’AZZARDO La legge sulla ludopatia approda in Consiglio regionale

Divieto di installare slot machine e analoghe “macchinette” a meno di una certa distanza (da 300 a 500 metri) da luoghi sensibili come scuole, banche, impianti sportivi o luoghi di aggregazione. E’ una delle proposte contenute nel testo unificato del disegno di legge regionale e della proposta di legge per il contrasto al gioco d’azzardo patologico su cui è iniziata oggi la discussione tra i banchi dell’assemblea legislativa piemontese. Tra gli altri punti l’estensione dei numeri verdi già attivi, materiali informativi sui rischi nei locali in cui si gioca, divieto di pubblicizzare l’apertura o l’esercizio di sale gioco o scommesse. Il problema in Piemonte presenta dati più alti della media nazionale, con un aumento del 643%, dal 2005 al 2013, dei soggetti trattati nei dipartimenti di patologia delle dipendenze, passati da 166 a mille 234. Cinque i miliardi spesi nel gioco nell’ultimo anno di rilevazione, circa 6 mila i locali con oltre 30 mila apparecchiature. Un fenomeno che, nonostante il divieto, tocca anche i minori con una stima di patologie correlate al gioco di circa l’8% nei giovani fra i 15 e i 19 anni.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo