img_big
Politica

IL FATTO. Torino, scritte di morte contro la Lega in via Bardonecchia. Ed è subito polemica col Pd LA FOTO

“Non è la prima volta che siamo vittima di azioni demenziali di gente che non ha mai lavorato un secondo nella vita. Prima di abusare di quel simbolo si sciacquino la bocca”. Fabrizio Ricca, capogruppo della Lega Nord in Comune, a Torino, commenta così le scritte ingiuriose nei confronti del “Carroccio” apparse questa mattina sui muri di via Bardonecchia. Scritte di morte, che rimandano alla tragedia giuliano-dalmata dell’ultimo Conflitto mondiale. A fargli eco è anche il deputato torinese Stefano Allasia che attacca. “Siamo di fronte all’ennesimo attacco perpetrato contro la Lega nei quartieri della periferia. Lì dove proprio la Lega per anni si è battuta contro illegalità che il sindaco Fassino continua ignorare e tutelare. Negli ultimi tempi le scritte oltraggiose in città contro la Lega  si sono moltiplicate. Siamo certi che dietro la bomboletta spray ci sia una precisa matrice politica. Questi gesti vigliacchi – conclude Allasia – non ci fermano ed anzi ci danno più forza a far capire ai torinesi  l’incapacità cronica di Fassino e del pd. Sono infatti oltre 30 anni che il Pd in vari nomi governa la città e i risultato”. 

PD: “UNITI CONTRO LA VIOLENZA”
Condanniamo ogni forma di violenza
, anche quella espressa attraverso scritte ingiuriose che non hanno nulla da spartire con la contrapposizione politica e con l’esercizio democratico”. Il capogruppo del Pd nel Consiglio comunale di Torino, Michele Paolino, commenta così le scritte ingiuriose nei confronti della Lega Nord comparse su alcuni muri della periferia della città. “Esprimiamo solidarietà e vicinanza a simpatizzanti, militanti e rappresentanti nelle Istituzioni della Lega Nord – aggiunge Paolino -. Il lavoro fatto in questi anni dall’Amministrazione per riqualificare le nostre periferie è evidente e il sindaco Fassino, la sua maggioranza e il Partito Democratico sono impegnati quotidianamente a trasformare Torino e i suoi quartieri in luoghi più sicuri, più vivibili, più vivaci. Invitiamo tutti ad essere uniti contro la violenza, non a strumentalizzarla“.  

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Sportegolando
RUBRICA
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo