img_big
News
Le indagini erano scattate nel 2014 con una trentina di perquisizioni tra Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Lazio e Puglia

Chivasso, in tre nei guai per il crack di una nota concessionaria d’auto

La Guardia di finanza di Torino ha eseguito tre misure cautelari, emesse dal gip di Ivrea, Alessandro Scialabba per la bancarotta di una storica concessionaria di auto di Chivasso, azienda in attività da 60 anni. Per C.C.. di 58 anni è scattato l’obbligo di dimora e di firma; per C.C., di 53 anni, l’obbligo di firma; per A.C., di 49 anni l’obbligo di dimora. Le indagini, coordinate dal pm Giuseppe Drammis, erano scattate nel 2014 con una trentina di perquisizioni tra Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Lazio e Puglia dopo il crack avvenuto nel 2013 e avevano portato a nove indagati per bancarotta fraudolenta, fatture false e altri reati. Trenta dipendenti avevano perso il lavoro. A tutela dei creditori, la guardia di finanza a oggi ha sequestrato complessivamente 232 veicoli, comprese alcune auto storiche, gran parte dei quali celermente ceduti ad acquirenti, spesso compiacenti, a prezzi notevolmente al di sotto del reale valore di mercato. 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo