img_big
News
Defilippi: «Sei un pervertito, violenti i bambini». Per il pm ora si aprono nuovi filoni di indagine

LA PROF AMMAZZATA. Obert all’ex amante: «Tua mamma doveva ucciderti da piccolo»

La pedofilia, le truffe e l’usura, ma anche il consumo e lo spaccio di droga. Gabriele Defilippi è un fiume in piena, ieri durante il lungo confronto con Roberto Obert, il suo complice nell’omicidio di Gloria Rosboch e suo amante, ha fatto nomi nuovi, coinvolto altre persone e parlato di ulteriori reati, accusando Obert di essere stato l’ideatore della truffa alla professoressa di francese di Castellamonte e anche dell’omicidio della donna.

«Tu devi rivelare dove hai nascosto i soldi di Gloria» dice Gabriele, affiancato dal suo legale Pierfranco Bertolino. A pochi centimetri da lui c’è Obert, accompagnato dal suo avvocato Celere Spaziante, e con un agente della penitenziaria che li divide. L’ex amante di Defilippi reagisce con stizza e in maniera brusca, alzando la voce: «Sei un bugiardo. Sarebbe meglio se tua madre ti avesse ammazzato da piccolo», sono le parole, pesanti, con cui respinge le accuse. Sulla dinamica dell’omicidio i due continuano a rimpallarsi la responsabilità di aver stretto la corda attorno al collo di Gloria.

I due hanno ammesso di aver consumato cocaina, crack e marijuana, ma non il 13 gennaio quando uccisero la professoressa, entrambi scagionano Caterina Abbatista, la madre di Gabriele, anche se su di lei pesano gli indizi che dopo il delitto la collocherebbero lontana dall’ospedale di Ivrea dove lei ha dichiarato d’essere rimasta fino a sera.

CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI  

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo