img_big
Spettacolo
Luisa Corna parla per la prima volta del suo giovane compagno

«Toy boy? Mi vien da ridere»

Cinquant’anni lei, anche se a giudicare dal fisico non si direbbe, 15 in meno lui. Ma in fondo ormai è una differenza che non fa quasi più notizia e anche Luisa Corna si adegua, confessando di essere di nuovo innamorata e molto felice.

Lui è Stefano Giovino, un giovane ufficiale dei carabinieri che ha stregato la showgirl e cantante bresciana facendole riscoprire le gioie dell’amore. E Luisa non ci sta quando parlano di toy boy: «Quella parola mi fa ridere – ha detto a “Vanity Fair” – è un vecchio stereotipo. Per l’uomo è sempre stato normale avere una compagna anche molto più giovane. E poi come si fa a definire uno di quasi 40 anni, un ragazzino?». Poi racconta il primo incontro, frutto della casualità: «Ci siamo guardati per la prima volta durante una manifestazione ed è stato colpo di fulmine. Stefano mi dà sicurezza, serenità, sono contenta di averlo incontrato in questo momento della mia vita».

Accanto a lui si sente rinata e la differenza generazionale è soltanto un fatto anagrafico: «Io vicino a Stefano non sento alcuna differenza d’età, è un uomo completo. Dovrei lasciar perdere solo perché ha qualche anno in meno? È più giovane, e allora? Che ci dobbiamo fare?». Sente di stare talmente bene insieme al suo uomo da non escludere nulla, persino la possibilità di allargare la famiglia con lui: «Nessun uomo nel concreto mi ha mai fatto venire il desiderio di mettere al mondo un figlio. Oggi che ho un compagno, non precludo nessuna strada. Mai dire mai».

La chiacchierata di Luisa Corna con il noto settimanale è servita anche per affrontare altri temi: «Non ci siamo ancora liberati del passato maschilista, i luoghi comuni sono tanti: l’uomo diventa “brizzolato e interessante”, la donna semplicemente “vecchia”. Un uomo sovrappeso ha le maniglie dell’amore, la donna ha invece “la panza”, l’uomo solo è uno scapolone, la donna, una zitella… Potrei continuare all’infinito, ma possiamo consolarci così: in media viviamo di più». Quindi meglio non pensarci, la vita va vissuta fino in fondo e la Corna è di nuovo pronta.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo