img_big
News
La lite finisce nel dramma. Sul caso indagano i carabinieri

Castiglione Tinella, aggrediti dai vicini con le mazze e bastoni: uno è grave in ospedale

E’ finita nel dramma  una violenta lite tra romeni e macedoni scatenatasi ieri sera a Castiglione Tinella, nelle Langhe Cuneesi. Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri, chiamati a fare luce sull’accaduto, i due macedoni, entrambi 37enni e regolari sul territorio italiano, forse a causa di rancori dovuti a difficili rapporti di vicinato, sono stati violentemente aggrediti con mazze e bastoni da un terzetto di romeni. La lite sarebbe scoppiata nel garage dell’abitazione dei due macedoni. Il meno grave delle due vittime ha subito lesioni e fratture in diverse parti del corpo ed è finito in ospedale a Cuneo con una prognosi di circa 60 giorni mentre il connazionale, ridotto in fin di vita, è stato ricoverato in rianimazione. La prognosi è tuttora riservata. Le sue condizioni sono state giudicate gravissime dai medici dell’ospedale di Alba che lo hanno preso in cura. Gli investigatori dell’Arma stanno ora cercando di delineare i contorni del pestaggio, la cui dinamica appare ancora incerta, e di accertare le responsabilità degli aggressori la cui identità è in corso di identificazione (anche uno degli aggressori avrebbe riportato alcune ferite). Il garage dell’abitazione è stato sequestrato e sigillato così come le mazze e i bastoni utilizzati per l’aggressione. Nella notte i militari hanno raccolto le deposizioni di alcuni testimoni che hanno assistito al pestaggio e in mattinata alcune persone sono state accompagnate in caserma e la loro posizione è ora al vaglio degli inquirenti. 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo