img_big
News
L’ex alunno della docente di Castellamonte torna davanti agli inquirenti

PROF AMMAZZATA Gabriele sette ore davanti al procuratore. Secretato l’interrogatorio fiume

Nuovo interrogatorio, questa mattina nel carcere di Ivrea (dove è detenuto), per il 22enne Gabriele Defilippi. Il giovane, accusato dell’omicidio dell’insegnante di Castellamonte Gloria Rosboch, è stato accompagnato negli uffici della procura, scortato dalla polizia penitenziaria. E’ stato lui stesso, attraverso l’avvocato Pierfranco Bertolino, a chiedere di essere nuovamente ascoltato dal procuratore Giuseppe Ferrando, che coordina le indagini sul macabro delitto dell’insegnante strangolata e poi scaraventata in una vasca per la raccolta del percolato di una vecchia discarica del Canavese. Al centro dell’interrogatorio i tanti punti ancora oscuri di questa tragica vicenda, a cominciare da quei 187 mila euro che la prof di Castellamonte aveva consegnato al suo ex allievo in cambio della promessa, mai mantenuta, di una vita insieme in Costa Azzurra. Un tesoro di cui non è stata rinvenuta traccia, così come non si trova la pistola di Defilippi, che Roberto Obert, amante e complice del giovane, a sua volta finito in carcere per l’omicidio della Rosboch, insieme con la madre di Gabriele, Caterina Abbatista, avrebbe nascosto nei boschi di Rocca Canavese. Arma che non è stata utilizzata per commettere l’omicidio, ma che potrebbe aiutare gli investigatori a far luce su un altro delitto, quello del pregiudicato Pierpaolo Pomatto. Al momento, va detto, si tratta solo di una ipotesi di natura investigativa priva di riscontri. A collegare i due presunti assassini alcune banconote fac-simile trovate accanto al cadavere di Pomatto. Le stesse che Obert dice di avere bruciato dopo che gli erano state consegnate da Defilippi. 

Interrogatorio fiume per Defilippi
Prosegue dalle 10 di questa mattina, in Procura a Ivrea l’interrogatorio di Gabriele Defilippi, il 22enne accusato dell’omicidio dell’insegnante di Castellamonte Gloria Rosboch. Defilippi, accolto all’arrivo in Procura dal suo avvocato Pierfranco Bertolino, quando è uscito dal furgone della polizia penitenziaria proveniente dal carcere delle Vallette a Torino, è apparso provato e dimagrito. Indossava una giacca blu, blu jeans e una felpa. L’interrogatorio dovrebbe protrarsi fino al tardo pomeriggio. Gabriele Defilippi avrebbe anche annunciato di essere in grado di far recuperare almeno una parte dei risparmi della famiglia Rosboch che aveva affidato a Obert, in carcere anche lui con l’accusa di concorso in omicidio.  

Secretato contenuto audizione
Si è concluso dopo sette ore l’interrogatorio avanti al procuratore di Ivrea Giuseppe Ferrando di Gabriele Defilippi,in carcere dallo scorso 19 febbraio per l’omicidio dell’insegnante di Castellamonte Gloria Rosboch. Il contenuto dell’audizione, chiesta dall’ex allievo, è stato secretato, come la scorsa settimana per l’interrogatorio di Roberto Obert, il complice-amante in carcere per lo stesso delitto. Il giovane tornerà davanti agli inquirenti il prossimo 31 marzo. Non sono invece in programma nuove audizioni per Caterina Abbattista, la madre di Defilippi, arrestata per concorso in omicidio e detenuta come il figlio alle Vallette di Torino.

 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo
banners