Sport
Il portiere della Juve si gode il primato d’imbattibilità

Buffon: “Il record è merito della squadra”

E’ lui l’uomo del giorno: Gianluigi Buffon che ha superato il record di imbattibilità fino a oggi di Sebastiano Rossi. E’ arrivato a quota 974 minuti, fino al rigore di Belotti. “Il merito – dice il portiere a Sky – va alla squadra e alla nostra fase difensiva”. Che parte dall’attacco. “Beh, gli attaccanti fanno un grande lavoro e aiutano il centrocampo e difesa, che a sua volta è composta da giocatori di livello mondiale. La Juventus è una squadra che sa soffrire”. Ora il capitano della Juve si gode il record: “Ho cominciato a pensarci a Bergamo, un paio di settimane fa. Eppure non ho mai pensato di essere un uomo da record solitario, visto che mi piace pensare da squadra, da gruppo. Ma più pensi in questo modo e più a vita ti premia da singolo”. Buffon dice di non aver pensato a niente nel corso di quei quattro minuti che lo tenevano lontano dal record di Rossi: “Pensavo solo a questo derby contro il Torino molto delicato, rischiavamo tanto e dovevamo dimenticare l’eliminazione dalla Champions. Sono felice per la reazione della squadra”. Non ci sono particolari dediche: “Sono tante le persone che hanno fatto sì che, a 38 anni, sia ancora in campo, esprimendomi a livelli molto alti. E’ merito di tutto il mio nucleo familiare, mi dà grande serenità, gioia di vivere ed entusiasmo, e quando hai questi ingredienti lavori meglio, ti spingi sempre più in là e posticipi il capolinea”. Un pensiero poi su Allegri: “Regala ottimismo alla squadra nei momenti di difficoltà, ti rende l’aria più leggera”. Infine un pensiero sul prossimo Europeo che si disputerà in Francia: “Sarà il mio ultimo Europeo, ho un vinto un Mondiale straordinario e potevo vincere anche qualcos’altro”.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo