img_big
News
Sarebbe il complice di Defilippi il vero custode del tesoretto del vecchio strozzino di Pinerolo

PROF AMMAZZATA. Amanti e poi nemici. Ora Gabriele accusa. «Obert è un usuraio»

Prima amanti, poi complici, infine nemici giurati. Roberto Obert e Gabriele Defilippi si accusano l’un l’altro d’essere l’ideatore e l’esecutore materiale dell’omicidio della professoressa di francese di Castellamonte, Gloria Rosboch. Lo fanno senza esclusione di colpi, cercando di screditare agli occhi degli inquirenti le rispettive dichiarazioni.

Se mercoledì Obert ha ribadito il jaccuse nei confronti di Gabriele: «E’ stato lui a strangolare Gloria e l’idea di ucciderla è stata sua», aggiungendo nuovi particolari che incastrerebbero non solo il ragazzo con gli occhi di ghiaccio, ma anche altre tre persone, compresa la falsa bancaria Efisia e Sofia, l’ultima fidanzatina di Gabriele, lunedì Defilippi ribatterà di par suo in una sfida a distanza con il suo ex amante. Intanto Gabriele ha annunciato che sarà lui «a far ritrovare la pistola e che Obert ha sviato le indagini».

CORRI IN EDICOLA E SU CRONACAQUI DI OGGI TROVI NOTIZIA COMPLETA E FOTO 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo