img_big
News
IL CASO L’uomo voleva nascondere l’arma ai carabinieri

Arrivano i carabinieri. Infila soldi e pistola nello zaino del figlio

Per non far trovare la pistola ai carabinieri, l’ha infilata nello zaino del figlio di 6 anni e ha provato a mandarlo a scuola con l’arma carica e pronta a sparare. È successo a Carmagnola la scorsa settimana, quando i carabinieri della compagnia di Chivasso si sono presentati nell’abitazione di Antonio Petito, 28 anni, e di sua moglie. I militari stavano seguendo una pista legata a un grosso commercio di droga e quando Petito ha capito di essere ormai in trappola ha tentato di salvare il salvabile: cioè l’arma, una semiautomatica Bernardelli” calibro 6,35, e i soldi che aveva ricavato dalla vendita di hashish e marijuana: 86.500 euro in contanti. Nei pochi secondi che ha avuto a disposizione prima di aprire la porta, ha così afferrato arma e banconote e le ha nascoste nell’unico posto che sperava non sarebbe stato perquisito dai carabinieri: lo zaino del figlio di 6 anni, che proprio in quei momenti si stava preparando per andare a scuola. Sperava forse che i militari l’avrebbero lasciato uscire subito, anche per evitare di spaventarlo, ma gli uomini del capitano Pierluigi Bogliacino non si sono fatti ingannare e sono così riusciti a evitare che il piccolo potesse allontanarsi con l’arma carica.

CORRI IN EDICOLA E SU CRONACAQUI DI OGGI TROVI NOTIZIA COMPLETA E FOTO 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo