img
News
Due famiglie con bambini e disabili arrivate dalla Siria

I profughi adottati dalla diocesi hanno trovato una casa a Leini

Dalla giornata di ieri, Leini ha dieci nuovi abitanti. Si tratta di due differenti nuclei familiari di origine siriana che la parrocchia Santi Pietro e Paolo ospiterà in questi mesi in un appartamento messo a disposizione dalla comunità parrocchiale, in primis da don Pierantonio Garbiglia. E con il supporto della Diocesi di Torino, che ha scelto di aderire alla Operazione Colomba, un progetto che ha ripreso in toto il pensiero di Papa Francesco, che recentemente ha rinnovato l’invito alle comunità ecclesiali ad accogliere i rifugiati.

I dieci siriani – di diversa età, tra cui un bimbo di età inferiore all’anno, uno di età inferiore ai tre anni, due persone sordomute ed una persona con disabilità motoria sono atterrati l’altro giorno assieme ad altre 83 provenienti dal Libano, dove vivevano in un campo profughi.

CORRI IN EDICOLA E SU CRONACAQUI DI OGGI TROVI NOTIZIA COMPLETA E FOTO

 

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo