img_big
News
Nuove indagini sul luogo del ritrovamento del cadavere della docente di Castellamonte uccisa e gettata nella vasca di una ex discarica

PROFESSORESSA AMMAZZATA Carabinieri nella discarica della morte per ricostruire le ultime ore di vita di Gloria Rosboch

Nuove indagini sul luogo del ritrovamento del cadavere di Gloria Rosboch, l’insegnante 49enne di Castellamonte (Torino) ammazzata lo scorso 13 gennaio e poi gettata in una vecchia vasca per la raccolta del percolato nella ex discarica Pertusio in località Rossetti di Rivara, nel Canavese, dove è stata ritrovata sette giorni fa.

Un drone in volo per ricostruire le ultime ore della professoressa
I carabinieri del Comando provinciale di Torino, con l’ausilio dei vigili del fuocohanno svolto una serie di accertamenti tecnici sul posto del ritrovamento (la discarica Pertusio si trova tuttora posta sotto sequestro) effettuando delle riprese aeree della zona, con l’aiuto di un drone, per ricostruire i movimenti di Gabriele Defilippi (ex allievo della Rosboch) e Roberto Obert, entrambi finiti in carcere, insieme con Caterina Abbattista (madre di Gabriele), per l’omicidio della docente.

Strangolata e denudata
Gloria dopo essere stata strangolata e denudata, fu gettata nella cisterna della discarica dove i sommozzatori, su indicazione di Roberto Obert, la ritrovarono venerdì scorso. 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo