img_big
News

Castellamonte saluta per l’ultima volta Gloria. Don Angelo: “L’assassino va fermato per sempre”

“Una vita non può essere stroncata perché un altro essere umano si è arrogato il diritto inesistente di togliergli la vita. Solo un criminale, un pericoloso folle, può compiere un tale gesto. Un folle che deve essere fermato, perché le sue mani omicide non possano distruggere altre vite”. Così il parroco di Castellamonte, don Angelo Bianchi, nell’omelia pronunciata durante i funerali di Gloria Rosboch, l’insegnante uccisa lo scorso 13 gennaio e poi buttata nel pozzo di una ex discarica, dove il suo cadavere è stato ritrovato venerdì scorso. Per l’occasione in centinaia sono state le persone che si sono raccolte nella parrocchia Santi Pietro e Paolo. Tra i presenti oltre ai genitori della povera professoressa anche Paolo Moscheroni, sindaco di Castellamonte, che ha proclamato il lutto cittadino nei giorni scorsi.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo