img_big
Spettacolo
Tutto esaurito per il live di sabato a Collegno, solo pochi tagliandi per aprile

Dai concerti sold out a Facebook. E’ scoppiata la Ezio Bosso mania

Travolgente l’umanità di Ezio Bosso, il compositore torinese affetto da una malattia neurodegenerativa che all’ultima edizione del Festival di Sanremo ha ricordato, nel tempio degli stereotipi, che «la musica è gioia, passione, amore, condivisione». La sua città, oggi, lo omaggia con un’ondata di partecipazione agli appuntamenti in programma nei prossimi giorni.

Tutto esaurito per il concerto del 27 febbraio alle Lavanderie a Vapore a Collegno dove suonerà le musiche del suo album “The 12th Room” uscito lo scorso autunno e composto da un primo disco di dodici brani e un secondo con la Sonata 3 della durata di quarantacinque minuti senza alcuna interruzione. Perché un titolo sulle dodici stanze? “Perché – spiega – sono quelle in cui lasceremo qualcosa di noi, che ci ricorderanno. Dodici sono le stanze che ricorderemo quando passeremo l’ultima. Nessuno può ricordare la prima stanza perché quando nasciamo non vediamo, ma pare che questo accada nell’ultima che raggiungeremo”.

CORRI IN EDICOLA E SU CRONACAQUI DI OGGI TROVI NOTIZIA COMPLETA E FOTO

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo