img_big
News
Forse all’interno i soldi della truffa a Gloria Rosboch

Insegnante uccisa, i carabinieri sequestrano una cassetta di sicurezza

I carabinieri che indagano sull’omicidio di Gloria Rosboch, l’insegnante di Castellamonte (Torino) scomparsa di casa il 13 gennaio e poi ritrovata cadavere, venerdì scorso, nella cisterna di una vecchia discarica del Canavese, hanno sequestrato una cassetta di sicurezza intestata a Roberto Obert, uno dei tre arrestati per la morte della professoressa. All’interno potrebbe esserci parte dei 187 mila euro che la donna aveva consegnato a Gabriele Defilippi, suo ex allievo e amante di Obert, in cambio della promessa – mai mantenuta – di una nuova vita insieme in Costa Azzurra. La cassetta sarà aperta nei prossimi giorni. Obert, interpellato dai magistrati in merito al contenuto, sostiene vi sia la liquidazione ricevuta per il suo vecchio impiego da operaio. Per l’omicidio di Gloria Resboch è finita in carcere anche Caterina Abbatista, la madre di Gabriele Defilippi.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo