img_big
News

Crac Italcoge, arrestato l’imprenditore Ferdinando Lazzaro

E’ stato arrestato dalla Guardia di Finanza di Torino l’imprenditore valsusino Ferdinando Lazzaro nell’ambito di indagini sul fallimento di Italcoge, società che in passato aveva svolto anche dei lavori per il Tav Torino-Lione. I pm Roberto Furlan e Alberto Benso procedono per bancarotta. La misura cautelare riguarda anche un collaboratore di Lazzaro. Italcoge fu dichiarata fallita dal tribunale di Torino nel 2011. L’indagine delle Fiamme Gialle, sfociata in una ipotesi di accusa di bancarotta per distrazione, ha riguardato da un lato prelievi di contanti per 2 milioni e 600 mila euro effettuati dai conti correnti della società fra il 2007 e il 2011: denaro che sarebbe stato utilizzato per scopi personali, come le vacanze o le trasferte al casinò di Saint Vincent. Alla Guardia di Finanza risultano poi trasferimenti di denaro mascherati, attraverso la manipolazione di bilanci e scritture contabili, per un totale di 4 milioni e 892 mila euro. Lazzaro era già stato arrestato nel 2014 per una vicenda legata ad una fidejussione finalizzata a creare una nuova società, Italcostruzioni, che doveva sostituire Italcoge nei lavori nel cantiere del Tav a Chiomonte. L’imprenditore è anche imputato a Torino nel processo San Michele contro la ‘ndrangheta in Piemonte: non è accusato comunque di associazione mafiosa ma di reati ambientali. 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo