img_big
News
L’iniziativa in occasione del primo anniversario della morte di Michele Ferrero

I paesi dell’Alta Langa intitolano 38 luoghi, tra piazze, viali, parchi giochi e biblioteche, al papà della Nutella

Piazze, viali, parchi giochi, biblioteche: sono 38 i luoghi pubblici che altrettanti Comuni dell’Alta Langa dedicano all’imprenditore dolciario Michele Ferrero, il papà della Nutella, morto il 14 febbraio 2015 a 89 anni. L’iniziativa è stata presentata oggi a Lecquio Berria (Cuneo) nel corso di un incontro al quale erano presenti, oltre ai sindaci, la vedova di Ferrero, Maria Franca, altri componenti della famiglia e l’ambasciatore Francesco Paolo Fulci, presidente dell’azienda. “E’ un modo – spiega Flavio Borgna, presidente dell’Ente fiera della nocciola, che ha lanciato il progetto insieme a Roberto Bodrito, presidente dell’Unione montana Alta Langa – per manifestare la nostra riconoscenza verso una figura che ha rappresentato moltissimo per questo territorio”. L’intitolazione verrà formalizzata domani, nel primo anniversario della morte dell’imprenditore. I 38 Comuni si pongono sulla scia di Alba (Cuneo), che già lo scorso 29 settembre aveva dedicato a Michele Ferrero una piazza. 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo