img_big
News

Caso Murazzi, per la difesa un processo inutile

“Un processo inutile”. Così l’avvocato Gian Paolo Zancan, davanti al tribunale di Torino, ha definito il caso Murazzi, i presunti favori dell’amministrazione comunale ai concessionari del lungo Po. Zancan difende l’ex assessore Alessandro AltamuraZ, l’unico imputato (su 14) per il quale l’accusa ha chiesto l’assoluzione: oggi il penalista ha invitato i giudici a trasmettere alla procura gli relativi a un altro assessore, Mario Viano, e al dirigente comunale Sandro Golzio, sostenendo che i due “hanno dichiarato cose false”. “Al di là della posizione di Altamura – ha detto Zancan – la cui innocenza era evidente fin dall’inizio, questo processo è inutile perché non tollera la discrezionalità della pubblica amministrazione. La questione Murazzi é complessa e mescola gli interessi economici a quelli della sicurezza e a quelli turistici. Il Comune aveva scelto di mantenere la concessione a ‘cattivi pagatori’ (i gestori dei locali erano morosi o in arretrato con i canoni – ndr) ma la desertificazione dell’area sarebbe stata peggiore”.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo