img_big
News
Il capolavoro del Guarini pronto nel 2017. E a Pasqua visitabili i Giardini Reali

A 20 anni dall’incendio del 1997 riapre la cappella della Sindone

Questa volta potrebbe essere quella buona: «Le verifiche fatte in questi due mesi ci portano alla fondata certezza che la Cappella della Sin­done riaprirà entro il 2017, a 20 anni esatti dal drammatico incendio che l’ha distrutta». Nelle parole con cui ieri la neodirettrice dei Musei Reali Enrica Pagella ha annunciato la riapertu­ra, il prossimo anno, della Cappella del Guarini si legge una certa cautela. Del resto, dopo tante promesse di imminenti aperture puntualmente disattese – si dava per certa quella per l’Expo ­, un po’ di prudenza sembrerebbe d’obbligo.

L’opera architettonica di Guarino Guarini, de­vastata dal rogo dell’aprile del ’97, avrebbe infatti dovuto risorgere dopo pochi anni, cinque o sei, ma tra rinvii per mancanza di fondi, appalti bloccati, ricorsi, risoluzioni di contratti per inadempienze e quant’altro di anni ne sono passati quasi una ventina. Ai quali aggiungere 26 milioni di euro di costi. È vero che i danni furono ingenti: dopo otto ore di fuoco, del più insigne monumento barocco al mondo restò in piedi soltanto la struttura. Distrutte le decora­zioni, gli stucchi, gli arredi lignei; danneggiati gli archi, lesionate le colonne.

CORRI IN EDICOLA E SU CRONACAQUI DI OGGI TROVI NOTIZIA COMPLETA E FOTO

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo