img
News
Aspettando i lavori continua il via vai alla Borello e Maffiotto

Nuovi varchi nell’ex magazzino. Dopo gli zingari tocca ai tossici

La scorsa estate un blitz della municipale mise la parola fine all’occupazione di un gruppetto di zingari. Un intervento che oggi sem­bra lontano. Le reti divelte lungo via Martinotti, scoperte da un residente, hanno subito allarmato il quartiere, preoccupato per nuove occupazioni. «Vediamo gente che entra ed esce, forse sono solo tossici e disperati». Un problema destinato ad avere le ore contate.

«Il degrado dell’area è destinato a finire presto – afferma Massimiliano Miano, vicepresidente della circo­scrizione Nove – La zona fa parte del piano particolareggiato del Lingotto, che prevede un ampliamento di Ea­taly e la riconversione della palazzi­na ex Borello e Maffiotto, un tempo magazzino all’ingrosso di sanitari, in residenziale. Sono previsti degli ap­partamenti nell’edificio, mentre i magazzini dovrebbero essere abbat­tuti».

CORRI IN EDICOLA E SU CRONACAQUI DI OGGI TROVI NOTIZIA COMPLETA E FOTO

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo
banners