img_big
Cronaca
Si aggrava il bilancio del terremoto che ha provocato il crollo di un palazzo di 17 piani: le vittime sono salite a 37

Sisma a Taiwan, in tre estratti vivi dalle macerie dopo 50 ore. C’è anche una bimba di 8 anni

Un uomo, una donna e una bambina di soli 8 anni sono stati estratti vivi dalle macerie di Tainan a più di 50 ore dal forte sisma che ha messo in ginocchio Taiwan provocando il crollo di un palazzo di 17 piani e la morte di almeno 37 persone (è questo l’ultimo aggiornamento del macabo bollettino delle vittime). La donna, Tsao Wei-ling, è sopravvissuta proteggendosi con il corpo del marito e ha richiamato i soccorritori gridando “sono qui”. E’ cosciente, ma le sue condizioni sono ritenute gravi. L’uomo, Lee Tsung-tien, rischia l’amputazione di un arto. Sta bene, invece, la piccola riportata alla luce. Le squadre di soccorso hanno registrato altri segni di vita da una donna di 28 anni, una lavoratrice migrante, cosciente ma ancora intrappolata sotto le macerie al quinto piano dell’edificio. Con le tre soccorse ieri, il numero delle persone finora tratte in salvo dei soccorritori ha superato quota 170.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo