img_big
News

Scomparsa Gloria, per le ricerche nella valle del Canavese utilizzato anche un drone

Nell’ambito delle indagini sulla scomparsa dell’insegnante Gloria Rosboch, di Castellamonte, di cui non si hanno più notizie dal 13 gennaio, carabinieri e vigili del fuoco hanno effettuato ricerche oggi presso la diga del Chiusella, nell’omonima valle del Canavese. Per le ricerche si è fatto anche ricorso a un drone.
Le ricerche, rimaste senza esito, sono state sospese a causa del forte vento che attraversa la zona. Nel frattempo il legale della famiglia di Gloria Rosboch, Stefano Caniglia, ha reso noto di essere entrato in possesso di un quaderno di Gloria Rosboch nel quale lei annotava con particolare cura tutti i contenuti importanti della sua corrispondenza via email con l’ex allievo ora denunciato per truffa. “Il ragazzo in genere la blandisce – ha detto l’avvocato collegato con la trasmissione della Rai “la Vita in diretta” – ma in alcuni messaggi arriva addirittura a minacciarla”. Il legale ha garantito che il quaderno sarà consegnato agli inquirenti. 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo