img
Economia
I due atenei possono vantare bilanci sani e sono un motore economico per tutto il territorio

Le imprese Università e Politecnico: centomila iscritti e 5.500 dipendenti

Un fattore strategico per Torino è la sua coppia di ate­nei, formata dall’Università e il Politecnico. Una coppia fondamentale non soltanto per la funzione formativa, la ricerca, l’innovazione tecno­logica, la promozione del­l’imprenditorialità giovanile e di brevetti; ma anche per i suoi aspetti economici, che bastano poche cifre a indicar­ne la rilevanza. Insieme, in­fatti, i due atenei cittadini contano 5.500 dipendenti (oltre 2.800 formano il corpo docente), hanno entrate an­nuali per poco meno di 740 milioni di euro (nel 2014) e uscite per circa 650 milioni; presentando così un risultato economico positivo (utile). I loro debiti finanziari sono più che sostenibili e l’entità del patrimonio netto – 242,5 milioni per il solo Politecni­co – dimostra una forte solidi­tà . Se la coppia fosse un’azienda, potrebbe vantare un bilancio consolidato buo­no, considerando anche l’ambito operativo e l’oggetto della ragione sociale: gli stu­denti.

Università e Politecnico in­sieme hanno più di centomi­la iscritti, dei quali circa 23.500 provenienti da fuori Piemonte. Sono due dati che assumono un valore ancora maggiore se vengono rappor­tati con i neppure 900.000 residenti registrati all’a na­grafe del Comune di Torino.

CORRI IN EDICOLA E SU CRONACAQUI DI OGGI TROVI NOTIZIA COMPLETA E FOTO

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo