img
Cronaca
La mamma di Gloria sentita a lungo in Procura

Spunta una donna nel giallo della prof scomparsa nel nulla

Spunta anche una donna misteriosa nel giallo della sparizione di Gloria Rosboch, la professoressa di Castellamonte svanita nel nulla il 13 gennaio.Una donna che nessuno ha mai visto in faccia ma con cui Gloria aveva parlato al telefono. Una donna che potrebbe anche essere una parente del presunto truffatore, un ex allievo, che avrebbe sottratto a Gloria 187mila euro. Anche di questo ha parlato ieri Marisa More, la mamma di Gloria, in un lungo interrogatorio in Procura a Ivrea.

Quattro ore durante le quali il procuratore capo di Ivrea, Giuseppe Ferrando, e il comandante della compagnia dei carabinieri di Ivrea, Domenico Guerra, hanno voluto fare il punto della situazione, ricostruendo con l’anzia na tutta la vita di Gloria, alla ricerca di qualunque piccolo particolare che possa aiutare le indagini. Accompagnata dall’avvocato Stefano Caniglia, la donna ha risposto a tutte le domande, che si sono concentrate soprattutto su eventuali amicizie e frequentazioni di Gloria al di fuori della famiglia, in particolare nelle ultime settimane prima della sparizione. Dalle sue risposte sarebbero emersi alcuni spunti nuovi, utili a dare nuova linfa alle indagini.

CORRI IN EDICOLA E SU CRONACAQUI DI OGGI TROVI NOTIZIA COMPLETA E FOTO

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo