In via delle Verbene rimangono solo dieci attività
News
VIA DELLE VERBENE

In 370 salvare il mercato coperto: «Il Comune non ci lasci morire»

I negozianti superstiti in ansia per il futuro del centro commerciale

Sono già 370 le firme raccolte per salvare il centro commerciale di via delle Verbene, nel quartiere Vallette. Una mobilitazione che pian piano sta coinvolgendo tutto il quartiere, residenti e commercianti, affinché il fragile mercato coperto non chiuda i battenti. Le richieste al Comune sono quattro: rivedere l’attuale contratto, adeguare gli spazi non utilizzati per renderli più attrattivi, promuovere aperture anche a soggetti non commerciali e ridurre i costi di manutenzione. Nel frattempo, tra i membri della cooperativa monta la protesta nei confronti dell’amministrazione. «Qui non c’è un progetto – lamenta la cooperativa audita ieri a Palazzo Civico – e ormai nel nostro mercato nessuno vuole più entrare, anzi qualche attività se ne vuole andare perché non vede spiragli».

Nel mirino, tra l’altro, anche una serie di lavori eseguiti in passato per eliminare i soppalchi che, a detta della cooperativa, avrebbero rovinato alcuni stand. «Da due anni aspettiamo un intervento». L’assessore Sacco, che si è detto disponibile a fare presto un sopralluogo, ha ribadito ancora le due possibili vie d’uscita. Lo spostamento nel mercato coperto dell’ufficio postale oggi in piazza Montale, nella palazzina Atc su cui c’è un piano di demolizione, e la strategia degli “affitti brevi”. Il trasloco delle Poste è previsto da Atc e, nei piani della giunta, potrebbe portare un afflusso maggiore di gente sotto la tettoia di via delle Verbene. Palazzo Civico ci sta lavorando e nei giorni scorsi la sindaca Chiara Appendino ha ribadito la problematica durante un incontro con alcuni dirigenti di Poste Italiane.

«Finora però non abbiamo avuto risposta», ha spiegato Sacco. Poi c’è l’idea di concedere gli spazi in affitto per tre mesi. Una sorta di prova, già sperimentata con altri mercati coperti in città. Ma tra i concessionari la pazienza è finita. «Questo quartiere sta morendo, non solo il mercato. Dov’è la riqualificazione delle periferie tanto decantata tre anni fa in campagna elettorale? Le promesse vanno mantenute».

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo