img_big
Cronaca
Ai carabinieri che cercavano di fermarlo: “Vi rendete conto di cosa ho fatto?”

Perugia, 50enne uccide i suoi due bambini poi si suicida in un pozzo

Ha ucciso a coltellate i due figli, un maschio e una femmina di 13 e 8 anni, poi si è suicidato buttandosi in un pozzo nel cortile della sua abitazione di Vaiano, nei pressi di Castiglione del Lago, in provincia di Perugia. Maurilio Palmerini, 50 anni, ai carabinieri che, insieme con un vicino di casa, cercavano di impedirgli di buttarsi nel pozzo, ha urlato: “Vi rendete conto di quello che ho fatto? Non provate a fermarmi”. A dare l’allarme è stata la compagna dell’uomo e mamma dei bambini, che è riuscita a salvarsi rifugiandosi dai vicini di casa.
Stando alla testimonianza di alcuni vicini di casa, il 50enne sarebbe stato malato di depressione e avrebbe avuto dei problemi economici. Sia lui che la moglie avrebbero fatto solo dei lavori saltuari ricevendo aiuto dalla comunità della piccola frazione lacustre.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo