img_big
News
La Rosboch scomparsa a Castellamonte da 15 giorni

Appello della madre: «Riportatemi a casa Gloria viva o morta»

Mamma Marisa è di­strutta, ha il cuore stra­ziato dal dolore, dilaniato dal pensiero di una figlia che non vede da 15 gior­ni. Scomparsa, come in­ghiottita nel nulla. Strin­ge le mani sul volto, Ma­risa, la voce trema. « Vi prego – dice davanti alle telecamere di Chil’ha vi­sto – chi sa parli. Se qual­cuno sa qualcosa, si fac­cia avanti, lo dica a me, ai carabinieri, ai miei pa­renti. Riportatemela, vi prego. Consegnatemi mia figlia. Viva o morta » .
La figlia di Marisa è Glo­ria Rosboch, 49 anni, pro­fessoressa alle medie di Castellamonte, dove se­gue i bambini disabili. Una vita limpida, quella di Gloria. Come la sua stanza nella villa in cui abita con i suoi. Una ca­mera da letto in cui regna l’ordine, un letto in otto­ne intarsiato, rose sulla tappezzeria e sul piumo­ne, un tavolino con un mappamondo e un sole d’argento, il regalo di un’allieva per Natale. Da questa stanza Gloria è uscita l’ultima volta il 13 gennaio, un mercoledì.

CORRI IN EDICOLA E SU CRONACAQUI DI OGGI TROVI NOTIZIA COMPLETA E FOTO

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo