Economia
L’INDAGINE I metalmeccanici della Cisl: «Ma per Mirafiori serve il Suv Maserati»

La produzione Fca a +66%. «Il 2015 anno della svolta»

Il 2015 per gli stabilimen­ti di Fca è stato «un anno di svolta»: la produzione è au­mentata del 66% e l’occu­pazione è aumentata con 2.700 assunzioni di giovani, la cassa integrazione è crol­lata al 12%. Tutto questo «grazie alla combinazione di investimenti e accordi sindacali», sostiene la Fim Cisl che ha elaborato i dati. « La preoccupazione mag­giore – spiega il segretario nazionale Ferdinando Ulia­no – riguarda la tempistica delle produzioni. Gli stabi­limenti che rischiano di sof­frire di più per uno slitta­mento dei tempi sono Mira­fiori e Pomigliano, in attesa di un secondo modello per raggiungere l’obiettivo del­la piena occupazione. Ci aspettiamo da Marchionne una risposta puntuale e pre­cisa nel prossimo incon­tro».
  L’incremento della produ­zione di auto nel 2015 – se­condo i dati della Fim – è stato superiore al 66% (265.164 vetture in più) ri­spetto al 2014 e del 70,3% (+275.144) rispetto al 2013. 

CORRI IN EDICOLA E ACQUISTA CRONACAQUI PER LEGGERE L’ARTICOLO COMPLETO E VEDERE LE FOTO

 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo