img_big
News
Distrutto anche un albero di Natale, individuate due bande in azione a Capodanno

Baby vandali devastano il paese. «Non c’era neve, ci annoiavamo»

«Abbiamo agito per noia. Per passare il tempo dato che la neve non c’era e i diver­timenti non erano tutti per le nostre tasche». È quanto han­no detto ai carabinieri i giova­ni, in vacanza a Cesana a Capo­danno, che in due diverse notti si sono trasformati in vandali. Qualche giorno in montagna, in assoluto relax e, perché no, magari facendo qualche sciata sui monti del comprensorio. Ma, complice l’assenza di ne­ve, hanno deciso di divertirsi in un altro modo: devastando tutto quello che capitava loro a tiro nelle notti del 30 dicembre e del 2 gennaio. Dai locali del paese all’albero di Natale in una via del centro, passando per alcuni arredi comunali e fino ad arrivare alle scuole di sci. Due raid distinti fra loro ma con il medesimo risultato: distruggere beni altrui per di­vertimento, per combattere la noia. Il tutto fra l’indignazione dei residenti e degli altri turi­sti, che a stento riuscivano a credere ai loro occhi.

CORRI IN EDICOLA E SU CRONACAQUI DI OGGI TROVI NOTIZIA COMPLETA E FOTO

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo