img_big
Cronaca
Iniziato il processo a due insegnanti valsusine

Bambino bestemmia. Le maestre gli lavano la bocca col sapone

Le maestre sono in aula, sedute accan­to ai loro avvocati. Tese come chiunque non sia mai entrato in tribunale e si trovi per la prima volta a difendersi davanti ad un giudice. Devono rispondere di “abuso dei mezzi di correzione“, perché secondo l’accusa avrebbero punito un bambino di otto anni lavandogli la bocca con il sapo­ne per “ripulirla” da una bestemmia pro­nunciata in classe. Una «punizione inac­cettabile», secondo la madre di Mario (nome di fantasia), costituitasi parte civi­le con l’avvocato Antonella Franco, che le due insegnanti (difese da Alessandra Grilli e Luigi Saluzzo) negano però di aver inflitto. La denuncia, presentata dal­la famiglia del bambino ai carabinieri di Avigliana, risale a febbraio del 2011. E adesso, a cinque anni di distanza, si è aperto il processo.

CORRI IN EDICOLA E SU CRONACAQUI DI OGGI TROVI NOTIZIA COMPLETA E FOTO

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo