img_big
Sport
Lichtsteiner gol, Lazio battuta a domicilio (1-0). Ora per i bianconeri c’è l’Inter

Tim Cup, la Juve espugna l’Olimpico e vola in semifinale

Sarà la Juventus a sfidare l’Inter in semifinale di Tim Cup. All’Olimpico di Roma, i ragazzi di Allegri si sono imposti per 1-0 contro la Lazio grazie al gol del fischiatissimo ex di turno Lichtsteiner a metà ripresa e affronteranno i nerazzurri di Mancini, ieri vittoriosi al San Paolo contro il Napoli per 2-0 (l’altra semifinale è tra Milan e la sorpresa Alessandria). Meritato il successo dei bianconeri contro una Lazio volitiva ma apparsa poco efficace al momento di concludere. Eppure la prima grande chance capita proprio sui piedi di Keita: servito da Milinkovic, lo spagnolo spreca davanti a Neto calciando alto. La risposta è di Pogba, impreciso di testa, poi Zaza viene contrato in extremis da Bisevac, all’esordio in biancoceleste. La prima parata della serata la firma Berisha, perfetto sul piattone di Pogba, quindi Morata salta Bisevac e cade appena toccato dal difensore serbo, Damato non fischia rigore e fa bene. Il penalty sarebbe stato eccessivo. Al rientro Lazio molto aggressiva ma occasione subito clamorosa per la Juve: da Sturaro a Morata, Berisha salva col piede e Zaza col destro, a porta vuota, centra soltanto l’esterno della rete; spinge e cresce la formazione ospite. Pogba sbaglia la deviazione aerea su uscita avventata di Berisha. Dai e ridai, la Juventus passa: splendido sinistro a giro di Zaza che si infrange sul palo, la respinta diventa preda di Lichtsteiner che firma il gol del vantaggio con l’ausilio della goal line technology. Berisha infatti smanaccia quando ormai la palla ha oltrepassato la linea di porta. La Juventus avrebbe anche la palla del raddoppio. In contropiede, infatti, s’invola Sturaro, ma il suo destro è fuori misura. Pioli rischia tutto nell’estremo tentativo di guadagnare i supplementari: dentro Felipe Anderson per Konko, ma è Zaza ad andare ancora vicino alla rete del 2-0 (76′). Generosi ma vani i tentativi della Lazio, la Juve controlla, sfiora ancora il 2-0 con i neoentrati Dybala (due volte) e Mandzukic (bravo Berisha), e porta a casa la qualificazione e la supersfida con l’Inter.

Il tabellino
Lazio-Juventus 0-1 
LAZIO (4-3-3): Berisha; Konko (28’st Felipe Anderson), Bisevac, Mauricio (17’st Hoedt), Radu; Milinkovic-Savic, Biglia, Lulic; Candreva, Klose (37’st Matri), Keita. A disp. Guerrieri, Matosevic, Braafheid, Patric, Parolo, Onazi, Cataldi, Mauri, Djordjevic. All. Pioli
JUVENTUS (3-5-2): Neto; Caceres, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner (35’st Cuadrado), Sturaro, Marchisio, Pogba, Alex Sandro; Zaza (45’st Dybala), Morata (31’st Mandzukic). A disp. Buffon, Audero, Rugani, Cuadrado, Padoin, Asamoah, Hernanes. All. Allegri
ARBITRO: Damato di Bari
6 RETI: 21’st Lichtsteiner
NOTE: serata fredda e piovosa, terreno in buone condizioni. Ammoniti: Lulic, Chiellini, Mauricio, Konko, Zaza, Dybala. Angoli: 4-1 per la Juventus. Recupero: 0′; 5′. 

Il quadro completo dei quarti di finale:
Milan Carpi 2-1 
Spezia – Alessandria 1-2 
Napoli – Inter 0-2
Lazio – Juventus  0-1

Le semifinali
Alessandria – Milan
Inter – Juventus

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo