img_big
News
Coppia di albanesi in manette. Sono accusati di aver messo a segno 29 colpi. Bottino: un milione di euro

Furti e rapine in villa, sgominata la gang del Lago Maggiore

Erano già in carcere, ma per gli inquirenti i due albanesi di 27 e 41 anni detenuti per altri reati, sarebbero gli autori dei furti in abitazione commessi la scorsa estate in alcuni Comuni rivieraschi del Lago Maggiore. La coppia di malviventi è accusata dai carabinieri, che hanno effettuato le indagini, di ventinove furti, consumati o tentati, nelle province di Verbania, Novara e Varese, della ricettazione della refurtiva e di numerosi furti di auto di grossa cilindrata. Il bottino complessivo delle loro “scorribande” sarebbe stato stimato in circa un milione di euro. Parte della refurtiva è stata restituita ai legittimi proprietari. I colpi di cui la gang viene accusata, sono stati messi a segno tra il giugno e il luglio scorso. Particolarmente violento quello del 19 luglio, in una villetta di Gignese (Verbania), dove il proprietario fu immobilizzato e chiuso in una stanza.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo