News
CARMAGNOLA Notte di paura per due sinti ma gli accusati negano: «E’ tutto falso»

Rapiscono i ladri per riavere i soldi. Circensi denunciati per sequestro

Avrebbero rapi­to i nomadi che li avevano deru­bati per cercare di riavere i pro­pri soldi, rimediando una de­nuncia per sequestro di persona e lesioni personali aggravate.
  Sono queste le accuse che i cara­binieri di Alba hanno formaliz­zato a tre componenti della fami­glia Medini, titolari dell’omoni­mo circo. Secondo le ricostru­zioni fatte dai militari avrebbero rapito due nomadi sinti, ritenuti conoscenti degli autori di un fur­to da 20mila euro subito due giorni prima a Carmagnola. Ma Katiuscia Medini, titolare del circo non ci sta: «Siamo gente per bene, noi non abbiamo se­questrato nessuno».
  Qualche giorno fa, alcuni malvi­venti avevano rotto il vetro di un camper del circo che si stava esibendo in città, portando via 20mila euro in contanti. Soldi che sarebbero dovuti servire ai circensi per l’acquisto di un nuo­vo tendone. I sospetti dei carabi­nieri si sono immediatamente concentrati su tre nomadi sinti con alle spalle diversi preceden­ti penali. 

CORRI IN EDICOLA E ACQUISTA CRONACAQUI PER LEGGERE L’ARTICOLO COMPLETO E VEDERE LE FOTO

 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo